Le feste

La più grande festa di Jiuzhaigou è la Festa della Primavera, alcuni giorni prima, le donne cominciano a preparare il cibo e i vestiti. Ciascuna famiglia comincia a pulire loro case, attaccare i dipinti propizi e le pitture dei santi di benefattore, sperando di avere la felicità e il propizio l’un l’altro nel nuovo anno. Nel primo e secondo giorni della festa, l’attività della famiglia è principalmente la cena di riunione. Nel terzo giorno, ci si cominciano le attività pubbliche, come le danze di dragone e di leone. Nel undicisimo giorno, ci sono gli avvenimenti grande per la Festa della Primavera in Jiuzhaigou.

Prendendo l’acqua per il nuovo anno

Alla vigilia della Festa della Primavera, le famiglie Tibetane vanno sulla riva del lago per prendere l’acqua nel tempo quando il gallo nel villaggio emette il primo canto. Mentre ascoltando questo canto, gli abitanti di villaggio si precipitano alla fonte dell’acqua, bruciano incensi e spargono l’acqua, poi, prendono la prima cauzione dell’acqua sacra per il nuovo anno, che è utilizzata per la cena della riunione di famiglia.

Sangyan (il fumo puro)

“Sang” in lingua Tibetana si significa “la purezza”. Sangyan, il fumo puro, anche è chiamato “il profumo del fumo”. Si origina dalla Regione di Ali, il Tibet, e come un rituale religioso per più di 3000 anni. È utilizzato tradizionalemente per la ceremonia per formare un’allenza con l’implicazione che il cielo è stato testimone della promessa solenne presa dall’allenza. Anche è usato dalle famiglie ordinarie per la benedizione l’un l’altro, o per i membri della famiglia, i amici e il parente. Il fumo puro è anche visto nei posti sacri come le montagne divini, gli altari e i pagoda. Nei giorni propizi, i villaggi sono pieni con il fumo di profumo che persiste nell’aria e rotola in alto.

Il Sangyan è generalmente fatto dai ramoscelli del cipresso bruciante e dalle foglie. I Tibetani locali credono che le cose sporche devono essere affumicate e pulite. Questo rituale si succede proprio prima che entra in una nuova casa, mentre compra i nuovi vestiti, quando ritorna dal funerale , o nel matrimonio Tibetano.

Espellendo i mostri alla vigilia della Festa della Primavera

Secondo il popolo locale, tutti giorni cattivi sono creati dai mali e mostri che devono essere espelluti. Ci sono i rituali vari. Nel pomeriggio alla vigilia dell’anno nuovo, gli uomi prendono i piccoli ciottoli sulle rive del lago a ritornare alla casa. La sera, sono i primi per entrare alla casa con la maledizione sui mostri, mentre battendo le pietre tutti angoli di casa. Le pietre che rimangono insieme agli aghi in ferro che sono creduti di essere i mostri, sono seppelliti sul piede delle scale di casa, significando che tutti questi mostri non entrano mai. Dopo il rituale, i bambini vanno sulla riva del lago a spruzzare l’acqua per far paura ai mostri. Tuttavia, questo rituale espellendo il mostro ha diventato un’avvenimento culturale rilassato invece di essere imponente.

Invitando il Dio di montagna

Nel giorno 15 di gennaio del calendario lunare cinese, quasi tutti villaggi organizzano l’attività ad invitare il Dio di montagna con due ragazze scelte secondo i procedimenti astronomichi complicati. Si succede tutte due nel giorno o alla sera. L’utensile principale è un’inforcatura dell’albero che si formano in Y. All’inizio, gli abitanti di villaggio si radunano intorno di fronte all’inforcatura, ascoltando i testi buddisti letto dal prete. Se l’inforcatura tenuta nella mano delle ragazze mantiene l’ondata, si significa che i testi buddisti letto dal prete sono effettivi; se no, è certamente un’impostore, e un nuovo prete sara invitato per sostituirlo. Le persone urleranno, “Il Dio di montagna, dicci se le pietre rotolano giù dalla montagna? Se si, cade sulla sinistra; se no, cade sulla destra. Il Dio di montagna, dicci se il flusso del fango si succede? Se si, cade sulla sinistra;se no, cade sulla destra. Il Dio di montagna, dicci se c’è il bel tempo per la coltivazione in Jiuzhaigou? Se si, cade sulla sinistra;se no, cade sulla destra. Il Dio di montagna, dicci se c’è la malattia in Jiuzhaigou? Se si, cade sulla sinistra;se no, cade sulla destra. Il Dio di montagna, dicci se i ragazzi possono sposare loro innamorate? Se si, cade sulla sinistra;se no, cade sulla destra. E gli abitanti di villaggio chiederanno il Dio di montagna tutte questioni che si possono pensare, come loro salute, loro fortuna e loro erudizione. Qualcuni credono nella risposta, gli altri lo considerano come l’attività tradizionale del divertimento.

La Serata di Festa della Primavera

Dopo la ceremonia dell’invitazione del Dio di montagna, un grand avvenimento per la Festa della Primavera si comincia quando le persone si siedono nel cerchio, ballando e candano tutta la sera. Nell’atmosfera culturale etnica, un cerchio si significa l’unione, anche si significa la potenza forte, lo spirito del popolo di Jiuzhaigou chi sono diligenti, intrepidi, unificati e sostenendo ed amando a vicenda.